Una misteriosa voragine si è aperta in un villaggio della Russia: per i residenti è la “porta dell’inferno”

Gli studiosi sono al lavoro per dare una spiegazione a questo sorprendente fenomeno, che si è verificato anche in altre parti del mondo

A Gurbuki, villaggio del sud ovest della Russia, nel Daghestan, si è aperta nel 2012 quella che gli abitanti del luogo sono convinti sia “la porta dell’inferno“. Il fenomeno è ancora senza una spiegazione scientifica valida, e in quattro anni la voragine ha raggiunto una profondità di ben 500 metri, diventando meta di pellegrinaggio di migliaia di persone. Leggende e fantascienza, dunque, stanno creando intorno a questo enorme buco un’alone di mistero, tanto che c’è chi giura di aver sentito urla strazianti provenire dalla profondità della terra.

E non si tratta di un caso isolato. Un evento simile, sempre nel 2012, si è verificato in Oklahoma, e in tempi più recenti anche in Sud America e in diversi paesi del mondo. Si tratta, a quanto pare, di cerchi perfetti e profondi, che si allargano sempre di più. Gli studiosi sono al lavoro per dare una spiegazione a questo sorprendente fenomeno, ma ovviamente la fantasia viaggia più velocemente della scienza, e tra atterraggi di dischi volanti e porte dell’inferno, le teorie sono tra le più fantasiose e affascinanti.

fonte: meteoweb.eu

Questa voce è stata pubblicata in Misteri e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.