UFO avvistati vicino alla stazione spaziale internazionale (ISS)

Ufo vicino alla ISS

Sono tanti gli avvistamenti UFO (Unidentified Flying Object – oggetti volanti non identificati) che si succedono da tempo immemorabile, sin dai tempi remoti, quando venivano ricordati in disegni e dipinti, sia nel recente passato quando molti avvistamenti UFO sono stati celati da chi ha avuto la ventura di assistere al fenomeno per paura di essere preso per visionario, ad oggi in cui, con la tecnologia e con una coscienza più aperta, gli avvistamenti si sono moltiplicati e sono stati documentati con foto e video sia da persone comuni sia da persone pubbliche, come piloti di aereo, ex astronauti, scienziati e politici. L’ente spaziale americano NASA intanto continua ancora a nascondere evidenze e fatti oramai chiari e precisi che testimoniano l’esistenza extraterrestre, come l’ultimo episodio.

Il fatto è avvenuto il 29 Ottobre 2015 nei pressi della ISS (International Space Station), quando il ricercatore Scott Waring, mentre osservava la diretta video (NASA Ustream) proveniente dalla ISS, ha notato un oggetto luminescente di forma ovale che stazionava a poche centinaia di metri dalla stazione spaziale. Scott stava guardando la web cam in diretta dalla Stazione Spaziale, quando ha notato qualcosa di strano in fondo al video.

Il suo racconto dettagliato: un oggetto luminescente, molto grande, che stava fermo a fianco della ISS, a poche centinaia di metri. La fotocamera di cui ora è dotata la ISS è una nuova macchina fotografica (telecamera) ad alta risoluzione ed è manovrabile dall’interno, direttamente dagli astronauti. Quando è comparso l’oggetto luminoso, la fotocamera ha cominciato a oscillare verso sinistra fino a quando si è concentrata su misterioso Ufo, che era di forma ovale bianco e che stava tra la ISS e la Terra. La fotocamera guidata dagli astronauti si è quindi concentrata sul misterioso oggetto, ingrandendo l’immagine con lo zoom ottico, in modo da vedere più da vicino. Il ricercatore è riuscito a registrare un video di questi momenti che documentano la presenza dell’UFO. “Sono sicuro che la NASA sta nascondendo le prove dell’esistenza di esseri di altri mondi” ha dichiarato Scott “ed il video che ho registrato è ancora una volta la prova che tutto viene messo sotto banco, nascosto a tutto il mondo”.

Gli avvistamenti UFO clamorosi si susseguono giornalmente, come documentato da numerosi video e fotografie ad alta risoluzione, segnalazioni di avvistamenti in tutta la Terra, vicino ad aeroporti, nei cieli di molte città, in volo nei pressi di aerei di linea o militari. Un video di alcuni giorni fa testimonia di un enorme UFO che entra nel cratere del vulcano Etna, altro video documenta un altro oggetto nei pressi del vulcano Colima (Messico) ed un altro nei pressi del vulcano Cotopaxi (Ecuador), e quello che documenta la presenza di una astronave aliena sull’aeroporto di Nuova Delhi, e molti altri, senza contare le innumerevoli foto. La religione ci ha sempre insegnato che noi siamo gli unici esseri viventi perché Dio ha creato tutto l’universo per noi, ma adesso sembra che qualcosa scricchiola, dichiarazioni più o meno esplicite di Papa e prelati sembrano indicare che anche la chiesa sta rivedendo il concetto di vita nell’universo aprendo anche ad esseri alieni. Si dice che il Vaticano sappia molto di più di quello che si possa pensare sugli alieni, che addirittura il Papa buono, Giovanni XXIII, abbia avuto un incontro con un alieno. E’ da presuntuosi ed è anacronistico pensare che siamo soli nell’immensità dello spazio, la realtà è ben diversa.

Ci sono molte persone nel mondo che dicono di essere in contatto con alcuni esseri extraterrestri e che da questi hanno informazioni e chiarimenti sulla vita nel cosmo. Secondo queste persone ci sono varie razze aliene che vengono a farci visita ed addirittura molti di loro vivono tra di noi, perché molti ci somigliano fisicamente abbastanza da potersi mischiare alla popolazione terrestre. Molti alieni sono in contatto con militari e servizi segreti americani, e forse anche russi, e collaborano con loro. Gli alieni, dal dopoguerra ad oggi, ci avrebbero insegnato molte cose facendo crescere in modo esponenziale le nostre conoscenze tecnologiche e scientifiche. Attualmente sembra che gli scienziati americani abbiano approntato un nuovo motore da montare sulle astronavi, un motore a curvatura che permetterebbe alla navicella di trasferirsi da un punto all’altro dello spazio alla velocità della luce, quello che attualmente fanno gli alieni.
Star Trek? No, futuro prossimo.

fonte

Questa voce è stata pubblicata in Ufologia e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.