Esiste nel mondo un'altra "scure-martello" fabbricata in Magna Grecia?
È la suggestiva ipotesi di un gruppo di archeologi di San Sosti che, tramite la casa editrice Martus Editore, sono in contatto con il Dipartimento di Archeologia della Pennsylvania University.
Infatti, a seguito dei contatti con l'ateneo statunitense, pare siano emersi diversi e sostanziosi elementi in rapporto ai quali sarebbe possibile affermare che la scure-martello conservata presso l'Antiquarium di quella università sia stata costruita in un'officina della Magna Grecia, forse della Sibaritide.

scure-martello

Si tratta di una scoperta molto recente. Ed il reperto, come molti altri, si trova davvero inspiegabilmente negli States, così come la scure-martello di "Kyniskos" si trova al British Museum di Londra. «Anche se somiglia solo vagamente alla scure-martello di San Sosti – ci spiega l'archeologo Angelo Martucci – anche quella della Pennsylvania presenta una penna molto espansa, senza taglio, terminante a martello carenato sulla parte opposta, con l'immanicatura cilindrica. Mentre la nostra scure reca un'epigrafe in caratteri achei e lingua dorica sulla penna, che la rende assolutamente unica e preziosissima, quella della Pennsylvania presenta delle decorazioni "fitomorfe" sulla parte interna della penna, mentre quella sull'immanicatura richiama i motivi artistici della scure di San Sosti».
Le caratteristiche comuni tra i due oggetti, lasciano, dunque, presupporre lo stesso "marchio di fabbrica". Sono l'aspetto somigliante, le decorazioni sull'immanicatura e l'assenza di qualsiasi traccia di decorazione sul lato opposto che si presenta completamente liscio in entrambi i casi. «Ciò sottolinea – conclude Martucci – che gli oggetti non avevano alcuna funzione pratica se non quella di offerta come "ex-voto", per cui la parte ornata doveva sicuramente essere quella esposta. In base alle caratteristiche stilistiche, infine, possiamo datare la scure della Pennsylvania alla fine del VI sec. a.C., coeva o poco successiva a quella di Kyniskos, forse anche questa offerta come decima ad un santuario della Magna Grecia».
Sul "Mistero della Scure Martello: le ultime scoperte sull'oggetto più famoso della Magna Grecia", infine, va detto che le stesse vengono presentate in un dvd.
Si tratta di un affascinante viaggio attraverso il territorio dell'antica Sybaris e non solo, alla ricerca delle verità che nasconde la storia dell'olimpionico Kyniskos e della scure-martello in bronzo da lui dedicata alla dea Era.
In particolare, attraverso lo studio degli usi e costumi di quel tempo si tenta di svelare l'alone di mistero che circonda da sempre la scure-martello.

fonte testo: gazzettadelsud.it
fonte immagine: martuseditore.blogspot.com