Microchip vecchio di 250 milioni di anni ritrovato in Russia

Alcuni scienziati russi hanno scoperto recentemente una pietra con attaccato in superficie un microchip vecchio 250 milioni di anni. I geologi sono rimasti increduli e perplessi di fronte a questo straordinario ritrovamento.

microchip russia

Secondo gli scienziati,il microchip rilevato sulla pietra indica che sulla terra un tempo è esistita una civiltà sconosciuta e molto avanzata in grado di sviluppare questo tipo di tecnologia. A rinvenire il reperto è stato un pescatore locale di Rostov, Victor Morozov, nella città di Labinsk, il quale l’ha immediatamente donato alla comunità scientifica per gli ulteriori approfondimenti del caso.

microchip-russia

Gli esperti hanno confermato che la pietra contiene un microchip finora sconosciuto al genere umano,che non può appartenere ad esso, quindi si tratta di qualcosa di “alieno” . Sarebbe interessante se si riuscisse a decodificare le informazioni presenti sullo stesso apparato, in modo tale da permetterci di scoprire che tipo di civiltà fosse o altre informazioni interessanti su quelli che potrebbero anche essere stati i “nostri progenitori”.

fonte

Questa voce è stata pubblicata in Archeologia, Misteri e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.