L’Atlantide cinese scoperta sotto le acque di un lago

A 25/40 metri di profondità, nelle acque del lago Qiandao nella contea di Chun’an, trova dimora Lion City, la città dei leoni, l’Atlantide cinese da poco riscoperta da alcuni archeologi e ora aperta al pubblico. Nel lago artificiale di Qiandao, è stata scoperta una Atlantide cinese, nascosta a circa 40 metri di profondità. La città sommersa è chiamata Lion City e sarebbe stata abitata per circa 1300 anni da quasi 300 mila persone. L’area che ospita le rovine era stata coperta d’acqua nel 1959, in occasione della costruzione della centrale idroelettrica, nei pressi del fiume Xin’an. Ora, questo gioiello nascosto della civiltà cinese è stato ritrovato da un gruppo di archeologi.

lion city_atlantide_cinese (1)

Grande quanto 62 campi da calcio, la “città dei leoni” è attraversata da 6 strade principali e i suoi 81 monti altro non sono che gli isolotti che spuntano dalla superficie del lago artificiale. Eretta tra il 25 e il 200 DC, i dintorni della città sono rimasti abitati fino al 1959, quando i 290 mila abitanti furono trasferiti per costruire il lago artificiale. Il nome di Lion City deriva dal monte nei pressi in cui sorgeva il borgo, ovvero la “montagna dei cinque leoni”. La ricerca di questa città perduta è iniziata nel 2002 e ci sono voluti diversi anni per trovarla, nascosta sotto l’acqua e la terra utilizzata per creare la base del lago.

Una volta ritrovata, la Atlantide cinese è ora diventata una meta turistica, grazie alle immersioni subacquee organizzate dall’agenzia Big Blue. Da aprile e novembre, quando la marea è più bassa e il borgo risulta a un profondità massima di soli 25 metri, è possibile immergersi nelle acque del lago e visitare l’affascinante città, accompagnati dalle guide subacquee. Tuttavia, per poter visitare la Lion City occorre essere dei sommozzatori di livello avanzato, abituati alle immersioni notturne e profonde. Per chi non può avere la fortuna di compiere questa immersione, esistono dei filmati che mostrano tutto il fascino di questa Atlantide cinese, ancora sommersa dopo oltre cinquant’anni.

 lion city_atlantide_cinese (7)Chissà che un giorno non decideranno di prosciugare il lago e riportare alla luce la città dei leoni. Da una parte, in questo modo, aumenterebbe il flusso turistico, dall’altro, il sito archeologico perderebbe gran parte del suo fascino. Dopotutto, la Lion City deve gran parte della sua bellezza al fatto di essere sommersa sott’acqua, dettaglio che la rende davvero unica e particolare.

fonte: diregiovani.it

Questa voce è stata pubblicata in Archeologia e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.