L’astronomia delle civiltà precolombiane

L’astronomia delle civiltà precolombiane aveva uno scopo prevalentemente legato alla vita religiosa e sociale.
Gli astri venivano osservati per controllare i calendari, per prevedere fenomeni che potevano essere interpretati come negativi per la casta regnante, per individuare date importanti per riti religiosi. L’astronomia era quindi più vicina all’astrologia che non ad una scienza come la intendiamo al giorno d’oggi; gli “astronomi” erano infatti dei sacerdoti, appartenenti quindi alla casta che di fatto deteneva la cultura ed il potere.

cosmologia_azteca_Xiuhtecuhtli

La loro astronomia era principalmente d’orizzonte, perché è più facile individuare la levata o il tramonto di certi astri su un traguardo naturale, quale è appunto l’orizzonte. Per questa ragione potevano essere molto utili gli allineamenti tra determinate strutture, come infatti è stato trovato in molte città.

L’apparizione di una cometa nel cielo era vista da tutti i popoli mesoamericani come un messaggio di sventura, segno dell’avvicinarsi di una disgrazia.

Gli Aztechi ne erano terrorizzati, poiché credevano che le comete generassero fulmini letali e orrende fiamme che colpivano gli esseri mortali. Anche Maya ed Incas le temevano, inoltre sembra che il passaggio della cometa di Halley nel 1531 annunciò all’ultimo inca Atahualpa la fine sua e del suo grande impero.

Purtroppo lo scempio compiuto dai conquistadores spagnoli non ci ha fatto pervenire documenti sui quali questi popoli, Maya soprattutto, avevano registrato le loro osservazioni.

Per tutte le popolazioni precolombiane era importante la costellazione delle Pleiadi: Maya, Aztechi ed Incas compirono attenti studi su questo ammasso di stelle e legarono il loro movimento a date fondamentali nella loro vita sociale e religiosa.

Pleiadi_it

Dai Codici Maya ed Aztechi e dagli scritti spagnoli emerge il fatto che tali popoli conoscevano anche la costellazione dello Scorpione, l’Orsa Maggiore, l’Orsa Minore, la Stella Polare, la costellazione del Centauro, la stella Canopo e la Via Lattea.

Tratto dalla pagina “Aura – I miei appunti sugli Aztechi: L’astronomia

Questa voce è stata pubblicata in Astronomia, Storia e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.