La popolazione degli Yamnaya: gli antenati degli europei?

Di Ilaria Quattrone

Chi sono gli antenati degli Europei? Secondo un recente studio condotto dai ricercatori del Trinity College di Dublino, dall’Università di Dublino e dall’Università di Cambridge, tra cui figura Andrea Manica, gli antenati possono essere identificati nella popolazione degli Yamnaya.
La scoperta è stata realizzata in seguito all’utilizzo di una mappa del Dna estratta dai resti umani che risalgono al Paleolitico.
I Yamnaya si sarebbero allontanati dalla popolazione arrivata dall’Africa, per stabilirsi tra la Russia e la Georgia. La popolazione, rimasta isolata fino all’era glaciale, ripristinò diversi anni più tardi i contatti con le altre popolazioni. Grazie a queste relazioni, i pastori decisero di migrare nell’Europa occidentale dando vita anche all’età del Bronzo e portando la lavorazione dei metalli e la pastorizia. Proprio Andrea Manica ha spiegato che ” l’origine degli Yamnaya finora e’ stata un mistero”, non solo ”  il loro Dna e’ un mix tra quello dei cacciatori-raccoglitori dell’Europa orientale e una popolazione del Caucaso resistita per gran parte dell’ultima era glaciale nell’apparente isolamento”. Per gli studiosi la scoperta è importante perchè “la popolazione scoperta e’ il quarto gruppo di antenati europei, in precedenza gli studi sul Dna antico hanno mostrato che ci sono altre tre popolazioni da cui derivano, a vari gradi, gli europei moderni”. Infine Daniel Bradley del Trinity College spiega che questo ”è un nuovo importante tassello nel puzzle degli antenati dell’uomo”.

fonte

Questa voce è stata pubblicata in Archeologia e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.