In Trentino resistono tra i 49 e i 66 esemplari di orso bruno

Roma, 7 mar. (askanews) – E’ sostanzialmente stabile – attorno ai cinquanta-sessanta esemplari – la popolazione di orsi bruni in Trentino, nel 2016. In particolare a fine anno erano sicuramente presenti sul territorio provinciale 38 orsi tra adulti (22) e giovani (16), cuccioli dunque esclusi. Sempre nel corso del 2016, si sono registrate tra le 6 e le 11 nuove cucciolate, per un totale di 11-18 cuccioli.

Lo fa sapere la Provincia autonoma di Trento. Considerando come possibile la presenza anche di un massimo di 10 individui non rilevati geneticamente nel solo ultimo anno la stima della popolazione complessiva è dunque definita per il 2016 in un range che va da 49 a 66 esemplari. Sono quattro invece gli esemplari rinvenuti morti, fra cui i due plantigradi deceduti per avvelenamento in valle di Non in primavera ed in autunno. Questi dati sono contenuti nel “Rapporto Orso 2016”, presentato al Muse di Trento, alla presenza dell’assessore provinciale Michele Dallapiccola. Il documento, alla decima edizione, è curato dal Settore Grandi Carnivori del Servizio Foreste e Fauna della Provincia autonoma di Trento, con la collaborazione del Museo delle Scienze (Muse), del Parco Naturale Adamello Brenta (Pnab), dell’Istituto Superiore per la Ricerca e la Protezione Ambientale (Ispra) e della Fondazione Edmund Mach (FEM).

Read the article on News Republic

Questa voce è stata pubblicata in Natura e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi