Impensabile: lasciare l'Alitalia agli stranieri

L’Italia prende in considerazione l’impensabile: lasciare l’Alitalia agli stranieri
Leggendo The International Herald Tribune, Francia [in inglese] , si evince che quando, una decina d’anni fa, la British Airways tolse la Union Jack dalle code dei suoi aerei, pochi si aspettavano lo sdegno che si scatenò né, addirittura, i dubbi dell’allora primo ministro Margaret Thatcher. In seguito la compagnia è tornata parzialmente sui suoi passi, reintegrando una versione aggiornata del vessillo britannico su gran parte della sua flotta. Ma l’episodio resta un esempio del debole dei politici, anche quelli più liberali, per il lustro della compagnia di bandiera. E così anche l’Italia tergiversa sulla vendita del 49,9 per cento di Alitalia, un’azienda perennemente in perdita: segnale sempre più chiaro che l’attaccamento nazionale alla compagnia di bandiera è duro a morire. Eppure il consiglio d’amministrazione di Alitalia ha scelto Air France-Klm come primo offerente, preferendolo all’italiana Air One.
Questa voce è stata pubblicata in Varie e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.