Il raccontino dell"Italia unita"

A Milano un grattacielo prende fuoco: l’edificio e’ invaso dalle fiamme e la gente ai piani più alti non sa come salvarsi. In un appartamento al decimo piano abita un signore napoletano di nome Peppiniello (P) che non trovando nessuna via di scampo va alla finestra e urla:
P: San Gennaro! San Genna’! Salvami, salvami!!! San Gennaro nun me lassà!
Ad un tratto si avvicina al palazzo un uomo su una nuvoletta: è tutto vestito di bianco, con l’aureola ed emana luce… un santo (S) insomma.
Il santo dice:
S: Peppiniello, sono San Gennaro e sono qui per salvarti. Salta e io ti prenderò!
Il povero Peppiniello pur avendo molta fede nel suo protettore dice:
P: San Genna’… sono 10 piani… sei sicuro?
S: Peppiniello! Ecche’! Nun tieni chiu’ fede nel tuo santo patrono?
P: Non e’ quello… e’ che… San Genna’: sono dieci piani!
S: Salta e abbi fede
Peppiniello che non ha altre vie di uscita si decide e salta ma… si spiaccica al suolo e muore. Siccome era una brava persona va dritto in paradiso e lì trova San Pietro (SP) ad accoglierlo:
SP: Salve Peppiniello.
Ma Peppiniello replica arrabbiatissimo:
P: Salve un bel niente! Dov’è San Gennaro che se lo becco…
SP: Perchè cerchi San Gennaro?
P: Perchè? Perchè mi ha fatto saltare da un palazzo di dieci piani. Aveva detto che mi prendeva ma non l’ha fatto ed io sono morto! Dov’e’ San Gennaro! Dov’è’?
San Pietro decide di accompagnarlo a cercare il santo ma ad un tratto Peppiniello vedendo un uomo su una nuvola esclama:
P: Eccolo! E’ lui!!! Vieni qua che…
San Pietro insospettito dice:
SP: Quello è il San Gennaro che ti ha fatto saltare dal palazzo e non ti ha preso?
P: Si’! Si’! E’ lui!!!
Allora San Pietro va da quel santo e con aria sconsolata gli dice:
SP: Sant’Ambrogio! Ma quand’è che la smetterai di far fuori tutti i meridionali che stanno a Milano…
Questa voce è stata pubblicata in Religione e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.