I pianeti di “Star Wars” potrebbero esistere davvero?

I ricercatori della NASA hanno analizzato i dati di oltre 2.400 mondi alieni, alla ricerca di somiglianze con i pianeti presenti nella saga di Star Wars

Credit: Disney/Lucasfilm Ltd. & TM.

I ricercatori della NASA hanno analizzato i dati di oltre 2.400 mondi alieni, alla ricerca di paesaggi, scorci, somiglianze con i pianeti presenti nella saga di Star Wars: si ritiene infatti che non siano poi così fantascientifici come si potrebbe pensare. Ad esempio il pianeta Kepler-16b, con dimensioni simili a Saturno, è molto simile a Tatooine con i suoi due soli.

Sono anche possibili i pianeti deserti, come Jakku e Jedha (si pensi a Marte). OGLE 2005-BLG-390L, scoperto nel 2006, invece ricorda molto il pianeta ghiacciato Hoth.

Credit: Lucasfilm Ltd. & TM.
Credit: Lucasfilm Ltd. & TM.

Al momento non si sono ancora rilevati purtroppo pianeti ricchi di acqua allo stato liquido, come Kamino ne “L’attacco dei cloni”, ma bensì con oceani congelati, come Europa ed Encelado. La luna Endor ne “Il ritorno dello Jedi” è rigogliosa e verde come la Terra, ma secondo gli astrobiologi le piante su altri pianeti potrebbero essere anche rosse, nere e così via. Nella nostra galassia finora è stato scovato un solo pianeta simile alla Terra, ma i ricercatori della NASA sono speranzosi per il futuro, in attesa dei dati che giungeranno dalle sonde spaziali che verranno lanciate nei prossimi decenni.

fonte

Questa voce è stata pubblicata in Astronomia e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.