“C’era un Ufo nel mio giardino” – Ufo atterrato vicino Termoli

 E’ davvero clamorosa la testimonianza che  Danni Landa ha inviato a MeteoWeb, con tanto di fotografie che si pongono alla ribalta come uno dei casi di ufo più clamorosi e significativi degli ultimi anni, almeno in Italia. Tutto è accaduto nella notte tra 28 e 29 agosto nelle colline a nord di Termoli, in Molise. “Vi scrivo nella speranza che possiate aiutarmi a capire cosa ho visto, magari sottoponendo a qualche esperto l’intera vicenda“. ha scritto Danni alla nostra Redazione.

Riportiamo integralmente la sua testimonianza, con le foto a corredo dell’articolo: “tutto è accaduto durante le ferie estive: giovedì 28 Agosto 2014 abbiamo festeggiato il compleanno di mio marito nella nostra villa di famiglia. Complessivamente è stata una serata tranquilla, anche dal punto di vista climatico.
Noi non siamo abituati a fare molto tardi la sera per cui la festa si è conclusa presto, cioè verso la mezzanotte e intorno all’una mio marito e la bimba erano già nel letto. Io mi sono fermata sul terrazzino di casa per sistemare un po’ di cose, ho spazzato e messo ordine e poi mi sono concessa una pausa relax fumando una sigaretta. Orientativamente potevano essersi fatte l’una e trenta. Ad un certo momento sono stata attratta da un rumore sottile, tipo un ronzio elettrico di basso volume e mi sono quindi diretta in giardino per capire di cosa si trattasse.

 Mi sono quindi addentrata tra le piante alle spalle di casa e ho notato che una luce del giardino non si era spenta nonostante avessi – mezz’ora prima – premuto gli interruttori. Mi sono portata quindi in direzione della luce, che poi era la stessa del ronzio, ed è stato così che ho capito che le luci del giardino non c’entravano nulla. Ho visto una specie di piccolo disco volante sostare credo a circa venti centimetri dal suolo. Sembrava una campana poco panciuta e molto grossa in cupola. Praticamente era atterrato nella mia casa e si trovava a tre metri da me.
Mi sono girata di scatto per vedere se ci fosse qualcuno ma nulla e allora ho preso la macchina fotografica (che avevo utilizzato durante la festa e che avevo ancora nella custodia agganciata alla cintura dei jeans) per immortalare la scena.
L’ufo era a terra con una luce bianca accecante/fosforescente ma poi si è alzato muovendosi a scatto ed emettendo una luce sia bianca che verde. E’ rimasto immobile a circa un metro e mezzo di altezza, poi si è nascosto dietro due piante, poi si è alzato un po’ di più ed ha cominciato a girare vorticosamente su se stesso restando a dieci/dodici metri da terra per poi schizzare in cielo a velocità impressionante tipo missile, talmente rapido che non sono stata in grado di vederlo e sentirlo più.
Quando è scomparso alla mia vista, ho scattato un paio di foto che però sono venute nere forse perché l’ufo ha spento le sue luci. Ho scattato diverse foto ma solo sette sono quelle in cui si vede il disco bene. Se può essere utile, preciso che la mia villa è situata in una zona collinare più in basso rispetto alla strada che si intravede nelle foto per via dell’illuminazione pubblica. Ho una semplice macchina fotografica compatta da 12 mega pixel e non ricordo se ho scattato le foto con il flash o senza
“.

Adesso la parola passa agli esperti del settore.

Ufo atterrato vicino Termoli: il parere dell’esperto

Il Presidente del C.UFO.M. – Centro Ufologico Mediterraneo – Dr. Angelo Carannante, commenta a MeteoWeb la testimonianza che abbiamo pubblicato in esclusiva ieri sera su un clamoroso avvistamento UFO in Molise

La notizia è, dal punto di vista ufologico e sempre che poi si riveli fondata sia nella testimonianza che nelle foto, assolutamente straordinaria. Quindi, siccome non conosco la testimone e non ho molti elementi in mano, il mio iniziale giudizio non può che essere provvisorio. Non me ne voglia la testimone, ma il caso è molto intrigante per avventurarsi in facili entusiasmi e valutazioni che poi potrebbero rivelarsi errate.
Osservare un ufo che atterra e per giunta addirittura nel giardino di casa, non è un fatto usuale, anzi è molto raro. Il Centro Ufologico Mediterraneo, fin da ora si sta attivando per svolgere delle indagini sul posto, perché casi del genere meritano accertamenti in loco ed anche molto approfonditi.

Una prima ipotesi razionale è quella di un drone. Oggi esistono tantissimi modellini telecomandati di ultima generazione che per l’appunto emettono proprio un ronzio come dichiarato dalla testimone ed inoltre sono muniti di luci molto colorate. Hanno inoltre capacità di movimento che a qualcuno può sembrare eccezionale ma che invece sono frutto dell’evoluzione tecnologica. E se non fosse un drone? Un aspetto della vicenda che mi colpisce davvero molto, è l’apparente freddezza della testimone che è riuscita a scattare delle foto che, se si rivelassero autentiche, sarebbero sicuramente un fatto straordinario nella storia dell’ufologia. Sempre ripeto, che pur essendo le foto autentiche, l’oggetto non fosse un banale velivolo umano.
Osservando le foto postate da Meteoweb, si può ricavare che, sulla falsariga dei più classici avvistamenti (come del resto dichiarato dalla stessa testimone) l’oggetto è molto luminoso e mostra delle parti che sembrano metalliche. Le dimensioni non sono eccessive, anzi. Altri elementi depongono poi a favore dell’ipotesi ufo. Il ronzio si riscontra spesso in avvistamenti molto ravvicinati. La forma a campana è presente nella casistica ufologica. Il girare vorticosamente è pure un dato molto interessante che non fa altro che confermare la stranezza del velivolo (perché di tale si tratta).

 

Lo schizzare via a velocità straordinaria è altro dato caratteristico degli oggetti volanti non identificati. Appena lo saremo in grado, acquisiremo le foto originali ed una nostra squadra di indagine andrà direttamente sul posto per cercare di capirne molto di più.
Consiglio alla testimone ad alle persone a cui è stato detto dell’avvistamento ufo,  di non rivelare, per ora, la loro identità, perché si complicherebbe tutto lo studio del caso che deve essere portato avanti in modo molto riservato e discreto anche per non inquinare il luogo dove stazionava il disco volante o presunto tale.
La storia mi ricorda un po’ quella della foresta di Rendlesham a sud dell’Inghilterra e che ebbe protagonisti alcuni militari. Ebbene, nel dicembre del 1980 fu avvistato ed addirittura toccato un ufo molto luminoso, con colori diversi, e di forma piramidale che, come quello di Termoli, sparì istantaneamente. Infine ripeto che sulla storia di Termoli,  il C.UFO.M. vuole indagare prima di dare un giudizio imparziale ed obbiettivo. Gli analisti, sulla base delle foto attualmente a disposizione che poi sono quelle postate sul web, certamente non eccezionali, stanno anche controllando se esiste in commercio un modellino del genere. Infine una cosa tengo a dire: credo nella buona fede della testimone che non si sarebbe rivolta ad un importante sito come Meteoweb per una storia magari inventata di sana pianta. Insomma una vicenda tutta da approfondire e studiare
“.

fonte

Questa voce è stata pubblicata in Varie e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.