Asteroidi utili per estrazioni minerarie

CREDIT: Deep Space Industries

CREDIT: Deep Space Industries

Anche gli asteroidi possono tornare utili. Ne sono convinte due compagnie private: la Deep Space Industries e la Planetary Resources. Entrambe, ognuna per conto proprio, stanno studiando il modo di estrarre minerali, metalli ed altri elementi dai cosiddetti NEAR, asteroidi che passano vicino la Terra, raggiungibili quindi in tempi ragionevoli. Ne abbiamo individuati 9.000 e ogni anno ne scopriamo a centinaia.
Questi asteroidi contengono diversi metalli che una volta estratti potrebbero essere portati sulla Terra. Va però detto che il costo di andata e ritorno, oltre a quello dello scavo, è ancora troppo alto e rende poco vantaggiosa tutta l’operazione. Dove invece si può puntare già dai prossimi anni è sul ghiaccio d’acqua. E’presente sotto la superficie di molti asteroidi e una volta estratto può essere diviso in ossigeno e idrogeno, due elementi utilizzabili come carburante. Gli asteroidi diverrebbero così piccole stazioni di rifornimento per le sonde e le future astronavi in missione nel sistema Solare.

Questa voce è stata pubblicata in Astronomia, Scienza e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.