Al largo della costa australiana scoperte le colonne “Apostoli Drowned”

Un gruppo di scienziati australiani ha annunciato la scoperta di cinque, enormi torri in calcare nei pressi della famosa attrazione turistica australiana nota come “12 apostoli”. Le cinque colonne subacque, formate per larga parte da calcare, sono alte 10 metri e sono già state ribattezzate “Apostoli Drowned”, una sorta di prosieguo della già presente formazione rocciosa. Queste rocce, insieme alle nuove colonne, formano un paesaggio mozzafiato al largo della costa della città di Port Campbell, nello Stato di Victoria. I ricercatori stessi ammettono che si tratta di una scoperta straordinaria, fantastica e, soprattutto, davvero inaspettata. Si presume che le formazioni risalgano ad almeno 60.000 anni e sono state per anni sommerse in mare dopo l’aumento del livello immediatamente successivo alla conclusione dell’ultima glaciazione.

colonne

Australia, scoperte cinque colonne in calcare al largo della costa, fonte Twitter/IBTimes UK

E’ la prima volta che osserviamo colonne marine subacque; queste strutture non hanno vita lunga a causa dell’erosione e, in base ai libri di testo, non dovrebbero nemmeno trovarsi in quella posizione” riferisce il geologo David Kennedy. “La scoperta di questi antichissimi pilastri è unica nel suo genere, sono infatti i primi mai osservati prima d’ora”, riferisce Rhiannon Bezore, responsabile della scoperta.

.
.
Questa voce è stata pubblicata in Archeologia, Natura, Varie e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.